Artisti: Francesco Arena, Emiliano Zucchini, Guido Segni, Elena El Asmar, Giovanni Frangi, Paolo Brenzini, Giovanni Rizzoli

risórgere. (letter. ant. risùrgere e resùrgere) v. intr. [lat. resŭrgĕre, comp. di re– e sŭrgĕre «sorgere»] (coniug. come sorgere; aus. essere). 
Treccani – Vocabolario online

Francesco Arena

Landscape, 2020

Si tratta di un sentiero che si trova alle spalle della mia abitazione, un posto dove posso andare a camminare in attesa di poter di nuovo partire.

A trail by my house, a place where I can stroll, while waiting to be able to leave again.

#landscape #horizon #nuoveprospettive #riscoperta

Emiliano Zucchini

Green on Void, 2020 – digital image

Il verde riassapora silenzi e spazi. Il vuoto come grembo di vita.

Nature savors silence and spaces. The void as womb of life.

#superamento #landscape #relazioni

Guido Segni

Generated lazy figure – Lot 2019|000011, 2019

Immagine generata da una rete neurale nel tentativo di riprodurre lo stato d’ozio di alcuni miei amici e conoscenti.

Image generated by a neural network in an attempt to reproduce the state of idleness of some of my friends and acquaintances.

#lentezza #ozio #algoritmo 

Elena El Asmar

Baalbek, 2020 – acquerello e acrilico su carta, 29,7x42cm.

Ho scelto l’ultimo disegno al quale sto lavorando in questo momento.
Sinceramente non so quanto possa aver a che fare, e in che modo, con la situazione fuori, con la quarantena, etc. Io lavoro sempre e costantemente come in qualsiasi altro periodo dell’anno, in che modo poi i fatti del quotidiano condizioni il mio operare nel presente credo che riuscirò a capirlo solo tra qualche anno, forse. I disegni non sono mai una didascalia degli eventi quanto più una forma di conoscenza, attraverso le immagini, della realtà e dell’altro, laddove l’altro sono anche io.
Anni fa ho scritto che il disegno è un sismografo dell’anima, capace di captarne ogni più remota vibrazione. Questa alla fine è semplicemente la vibrazione verso la quale ho deciso di sintonizzarmi.

I chose the drawing that I’m working on right now.
I honestly don’t know how much it has to do, and in which way, with the present, with quarantine. I work constantly in any period of the year, and I will be able to understand in what ways daily life conditions my work in the present only in a few years, perhaps. The drawings are never a caption of events, but rather, a way of understanding, through images, reality and the other, where the other is also me.
Years ago, I wrote that drawing is a seismograph of the soul, able to capture any remote vibration. This in the end, is simply the vibration that I decided to tune into.

#normalità #lentezza #confini #dentrofuori #attesa

Giovanni Frangi

Suite 27 marzo, 2020 – 6 lavori su carta, 35x45cm cad

#landscape #horizon #nuoveprospettive #riscoperta

Paolo Brenzini

E quindi uscimmo a riveder le stelle – elaborazione digitale, 100x25cm

“E quindi uscimmo a riveder le stelle..” come Dante e Virgilio ci apprestiamo ad uscire da questa prigione forzata tra ansia nostalgia e riflessione interiore pregustando una riconquistata serenità, forse piu consapevole e profonda. Un presagio del nuovo cammino verso la luce il balenio di una vita leggera effimera nuovamente brulicante di luce e vita.

“And thence we came forth to see again the stars” like Dante and Virgil, we are preparing to exit this enforced prison, caught between nostalgia, anxiety and inner reflection, anticipating a regained serenity, perhaps more conscious and profound. A harbinger of the new path towards light, the flashing of an airy fleeting existence teeming with light and life again.

#landscape #horizon #nuoveprospettive #riscoperta

Giovanni Rizzoli

Cigno nero col piercing, 2004
Vetroresina floccata, onice e piercing d’acciaio
80 x 30 x 42 cm
3 esemplari

L’opera è stata realizzata nel 2004 in onore di un cigno nero volontariamente e brutalmente ucciso a Venezia da un giocatore di golf. Nell’opera il cigno ha un piercing sul becco. Per coincidenza questo periodo economico drammatico viene definito Cigno nero.

The work was created in 2004 in honour of a black swan who was deliberately and brutally killed in Venice by a golf player. In the work the swan has a piercing on his beak. Coincidentally, this dramatic economic period is called the black swan.

#newworld #frattura #cignonero

Clicca ed esplora Click to discover