thecomfortshow.com

Greetings from living(rooms) | Postcards to the future

Siamo chiusi in casa, protetti e confortati dalle mura domestiche, ma allo stesso tempo disorientati dalla sovrabbondanza di informazioni. Nostalgici, osserviamo l’immobilità fuori dalle nostre finestre, ascoltando il frastuono di una battaglia che in tanti stanno sostenendo per noi. Stiamo lì impotenti e partecipi, chiamati a fare la nostra parte restando tutti nelle nostre abitazioni, giorno dopo giorno. Il cambiamento irrompe all’improvviso nella vita reale, si presenta senza bussare alle nostre porte e c’impone di ridisegnare le nostre abitudini relazionali, scombinando i confini spaziali, le nostre zone di azione. Ecco allora che i nostri salotti diventano letteralmente living-rooms, estendendo la propria influenza vitale all’intera area domestica, mentre fuori lo spazio vivibile si contrae, generando un vuoto enorme che ci separa dagli altri. Insieme, oggi più che mai, raccogliamo i nostri affetti e i nostri pensieri nelle nostre stanze di vita, dove le uniche distanze che contano sono quelle che separano i cuori.

Con opere di:
Francesco Arena, Paolo Brenzini, Alessandra Caccia, Francesco Castellani, Loris Cecchini, Vittorio Corsini, Alberto Di Fabio, Chiara Dynys, Elena El Asmar, Giovanni Frangi, Massimo Kauffman, Vincenzo Marsiglia, Giovanni Ozzola, Francesca Pasquali, Luca Maria Patella, Jasmine Pignatelli, Lamberto Pignotti, Giovanni Rizzoli, Milo Sacchi, Paolo Scirpa, Guido Segni, Ivano Sossella, Emiliano Zucchini

UNA MOSTRA DA VEDERE A CASA

Mai come in questo periodo di pandemia ci relazioniamo e consoliamo grazie alle tante possibilità di comunicazione che il web ci offre.

In un’Italia che, costantemente connessa continua ad andare avanti, che nel web lavora, progetta, tiene vivi gli affetti, le amicizie e il tessuto sociale… Artalkers.it e Art Bag – busta d’artista con sorpresa promuovono THE COMFORT SHOW – Greetings from living(rooms) | Postcards to the future, la mostra virtuale pensata per essere visitata e vissuta nella propria “comfort zone” domestica (letteralmente “ambiente sicuro”), quella in cui tutta Italia è attualmente costretta.

Questa mostra, nata e progettata tramite interazioni virtuali perpetuate di salotto in salotto, è soprattutto un invito che va ai nostri cari e all’umanità tutta, come una cartolina di saluti a un mondo che sta per rinascere, nella speranza di creare più ponti, piccoli e grandi laboratori di pensiero per la ripartenza che verrà.
La virtualità, spesso accusata anche di oscurare il lato umano, si fa in questo frangente preziosa complice e strumento di resistenza, per superare una quarantena forzata che ci sconcerta, ma che ci rende uniti e partecipi.

Per l’occasione, gli artisti sono stati invitati a confrontarsi con il tema della quarantena e del suo superamento con opere inedite o con lavori precedentemente realizzati che si rapportano al contesto attuale.

thecomfortshow.com

Greetings from living(rooms) | Postcards to the future

We are locked indoors, sheltered and reassured by our domestic walls, though disoriented by the clamor of the news. Nostalgic, we watch the emptiness outdoor from our windows, and listen to the blast of the battle that many are fighting for us. We feel helpless, but in fact we are called to do our part by staying at home, day after day. Change burst into real life without knocking, messing up our spatial boundaries and our areas of action, and requires us to redesign our relational habits. Our living rooms literally become living-rooms, extend their influence over the entire domestic space, while outside lived spaces contract, leaving behind the void that separates us from each other. Together, today more than ever, we gather affections and thoughts in our living rooms, where the only distance that counts is the one separating hearts.

Works by:
Francesco Arena, Paolo Brenzini, Alessandra Caccia, Francesco Castellani and Jasmine Pignatelli, Loris Cecchini, Vittorio Corsini, Alberto Di Fabio, Chiara Dynys, Elena El Asmar, Giovanni Frangi, Massimo Kauffman, Vincenzo Marsiglia, Giovanni Ozzola, Francesca Pasquali, Luca Maria Patella, Lamberto Pignotti, Giovanni Rizzoli, Milo Sacchi, Paolo Scirpa, Guido Segni, Ivano Sossella, Emiliano Zucchini.

 

THE HOME ART SHOW

During this pandemic more than ever, the web comes to our aid in connecting to each other.

Keeping connected, we try to move forward, work, plan ahead, stay in touch with loved ones and friends, keep the social fabric vital through the web. Artalkers.it and Art Bag – the artist’s envelope with a surprise are the promoters of Greetings from living (rooms) | Postcards to the future, a virtual exhibition designed to be seen and lived from one’s domestic “comfort zone” where all the Italian population is currently confined.

The exhibition, born and designed through virtual interactions from living-rooms to living-rooms, is above all an invitation, a postcard of greetings to a world that is about to restart, to our loved ones and to everyone, everywhere. We hope that many more bridges will be thrown across and small and large workshops of thought will be born for the reboot that will come. Virtual interaction, often accused of obscuring our more “human” side, becomes a precious accomplice and an instrument of resistance that keeps us all together and involved, to overcome the forced quarantine that disconcerts us.

For the exhibition, the artists were invited to deal with the theme of quarantine and its overcoming with unpublished or with existing artworks that relate to the current context.